videogiochi-salute

"Allontanati dallo schermo", "È una perdita di tempo", "Ti stanno distruggendo il cervello". Se avete utilizzato regolarmente i videogiochi, soprattutto negli anni '90, vi sarete sicuramente sentiti dire queste frasi da vostra madre mentre esce disperata dalla stanza, aggiungendo un "Ma perché ho un figlio così?". Eppure oggi sembra che ad avere ragione fosse proprio la vostra passione per i videogiochi: alcuni studi hanno infatti rivelato che non solo non creano danni, ma possono persino aiutare a sviluppare determinate abilità e a mantenersi in salute. Ecco 5 motivi per cui i videogiochi possono aiutarvi a stare in salute e migliorare il vostro sviluppo.

1. Sviluppano il cervello

Giocare ai videogiochi più rendervi più intelligenti. Alcune attività videoludiche, infatti, aumentano la flessibilità cognitiva della mente, consentendovi di apprendere in maniera più efficiente. I videogiochi d'azione, peraltro, incrementano la capacità di analisi e di individuazione dei dettagli dei videogiocatori, consentendogli di sviluppare migliori abilità spaziali. I videogiochi stimolano infatti un processo neurale più efficiente, migliorando le prestazioni nel riconoscimento dei pattern.

2. Migliorano la salute generale

I videogiochi ci fanno stare male? Assolutamente no, anzi. I nuovi sistemi di gioco basati sul movimento – come la nintendo Wii o il Kinect dell'Xbox – ci spingono a muoverci anche davanti allo schermo di casa. La necessità di effettuare veri movimenti per poter giocare, per esempio per muovere una racchetta da tennis o lanciare una palla da bowling, hanno convinto videogiocatori e non, spingendoli a compiere attività fisica divertendosi. Alcune ricerche hanno svelato che queste attività comportano benefici simili a quelli degli esercizi fisici.

videogiochi famiglia mario party 10

3. Migliorano la vista

Pensavate che passare tante ore davanti allo schermo vi avrebbe resi ciechi? Lo pensava anche vostra madre. Eppure uno studio condotto dalla University of Rochester ha scoperto che i videogiocatori appassionati di titoli action tendono ad avere una vista migliore rispetto a quelli che giocano ad altri generi videoludici. Se è vero che davanti alla TV tendiamo a sbattere meno le palpebre, lo è altrettanto il fatto che gli occhi facciano più esercizio con i movimenti veloci che caratterizzano i giochi d'azione.

4. Comportano benefici sociali

Spesso i videogiocatori vengono dipinti come utenti solitari, chiusi in una stanza buia con cuffie e cappuccio. In realtà i videogiochi aiutano a sviluppare la fiducia in se stessi, spingono il lavoro di squadra e la collaborazione attraverso i videogiochi multigiocatore. I videogiochi possono anche curare l'ansia e la depressione.

5. Aiutano l'apprendimento

I videogiochi vengono utilizzati sempre più spesso in ambito educativo, sia con bambini che con adulti. Minecraft, per esempio, sarà utilizzato nelle scuole grazie ad un'apposita edizione "educational". L'obiettivo è quello di far apprendere elementi come l'architettura o la storia attraverso un strumento facilmente comprensibile e che non grava sui più giovani. Questo grazie anche alla complessità dei giochi moderni, ben più profondi e ambiziosi dei titoli degli anni '80.