Gli zombie hanno invaso un po' tutti i settori dell'intrattenimento digitale, dalle serie tv ai film, dai videogiochi alle opere letterarie. In questo panorama sovraffollato, l'unico modo per continuare a produrre storie basate sui non morti è quello di trovare nuovi scenari possibili, linee narrative in grado di discostarsi dalla visione classica degli zombie. Nasce così Dead Crusade, un survival horror medievale ambientato nel 14esimo secolo durante la diffusione della peste nera.
Uno sguardo nuovo sull'apocalisse zombie, il titolo sviluppato da Aesthetic Games ci farà viaggiare attraverso città, campagne e cimiteri dell'Europa medievale con l'obiettivo di affrontare orde di non morti e allo stesso tempo cercando di evitare di essere contagiati dalla peste.

Il gioco è previsto per PC e la data d'uscita è stata fissata ad un generico fine 2015, attualmente il progetto sta cercando fondi su Kickstarter attraverso una campagna di crowfounding.
Nel medioevo l'Europa affrontò uno dei mali più terribili che abbiano mai colpito il nostro mondo: la peste. Una malattia che, dal 1347, uccise più di un terzo della popolazione mondiale. Ed è proprio l'elevata contagiosità di questa malattia ad aver ispirato gli sviluppatori a creare "nuovi" zombie basati sugli appestati, una variante dei classici non morti lenti e stupidi. I contagiati potranno schivare, parare, caricare e contrattaccare, adattandosi al nostro stile di combattimento e sfruttando le nostre debolezze. Inoltre i nemici avranno un sistema di comportamento dinamico, elemento che renderà imprevedibile ogni situazione; potremmo trovarci di fronte degli zombie che scapperanno al primo accenno di combattimento o altri più valorosi che non esiteranno ad attaccarci.

http://www.youtube.com/watch?v=-F2FB0Axusc

In Dead Creusade avremo la possibilità di impersonare una delle tre classi disponibili: il Soldato, un guerriero in grado di aumentare la difesa del gruppo; Il Boia, capace di colpire i nemici in maniera veloce e fatale; lo Skirmisher, il quale utilizza trappole e attacchi dalla lunga distanza; e il Plague Doctor, la classe di supporto in grado di curare i compagni di squadra.
Ogni campagna (per il momento ne sono previste tre) potrà essere giocata in singleplayer, ma è il multiplayer il vero fiore all'occhiello del titolo. Dead Crusade promette di creare un'esperienza cooperativa profonda e divertente, la quale ci permetterà di dare vita al nostro personale gruppo di guerrieri per affrontare tutte le sfide e sconfiggere le orde di appestati.
Come accennato poco sopra, dovremo anche stare attenti a non farci contagiare dalla peste, una malattia mortale che si suddivide in più tipologie: alcune infezioni non saranno fatali, mentre altre ci condurranno rapidamente alla morte. In alcuni casi, dopo la sconfitta, torneremo in gioco nei panni di un potente nemico con il compito di eliminare i nostri vecchi compagni di squadra. Le tipologie di peste presenti nel gioco saranno tre: La Peste Polmonare ci rallenterà e non ci permetterà di correre o effettuare rapidi movimenti; La Peste Bubbonica minerà l'efficacia dei nostri attacchi e provocherà allucinazioni; mentre la Peste Setticemica porterà al collasso del cuore dopo poche ore, impossibile da curare.

Mosso dal nuovo motore grafico Unreal 4, Dead Crusade si mostra già meraviglioso dalle immagini promozionali presenti su Kickstarter, sia per quanto riguarda gli ambienti sia per i personaggi e i nemici.  Il gioco ci permetterà di scegliere se utilizzare la visuale in prima o terza persona ed offrirà un sistema di combattimento dinamico e completo, in grado di farci pianificare con precisione gli attacchi. Sarà inoltre presente un completo sistema di dismembramento.
Dead Crusade promette di portare qualcosa di nuovo al genere zombie, che mai aveva indagato il fenomeno della peste in questo modo. Per ora il progetto deve ancora essere finanziato, se quindi vi siete interessati al gioco potete dare il vostro contributo direttamente sulla pagina Kickstarter di Dead Crusade.