I regali, la famiglia, l'albero e le luci. Poi, però, arriva lui: il temuto pranzo di Natale. E se da un lato la sovrabbondanza di cibo delle festività non può che far piacere, dall'altro le ore infinite attorno ad un tavolo ci distolgono da quello che abbiamo trovato sotto l'albero. Non sarebbe più divertente giocare a qualche nuovissimo videogioco su PlayStation 4 oppure uscire e vedere un poso nuovo? Oppure entrambe le cose. Già, perché con l'avvento della realtà virtuale di PlayStation VR chiunque può fuggire dal pranzo di Natale in un altro mondo, dal fantasy di Skyrim allo spazio di Farpoint. Ecco 5 videogiochi per sgattaiolare via dal pranzo di Natale.

Farpoint.

Con Farpoint non si esplora solo un mondo alieno, ma si smaltisce anche parte del pranzo. Come? Semplice, l'esperienza prevede l'utilizzo di tutto il corpo grazie allo speciale accessorio di tiro che va tenuto in mano per combattere orde di alieni. Così ci si ritrova catapultati in un pianeta ostile dove dovremo ripararci dietro al divano e sparare da sotto l'albero per proseguire nella storia e scoprire i misteri di Farpoint. Di sicuro una delle esperienze più immersive attualmente disponibili per PlayStation VR. Ma non preoccupatevi: potete giocarlo anche da seduti.

Gran Turismo Sport.

Per gli amanti delle macchine, un'esperienza da non perdere. La serie Gran Turismo non ha bisogno di presentazioni e ora, con lo sbarco su PlayStation 4, non poteva che accogliere a braccia aperte anche la realtà virtuale. Che, di fatto, ci mette letteralmente all'interno dell'abitacolo di alcune tra le vetture più veloci e scattanti del mondo. È possibile giocarlo con il controller Dualshock 4 oppure acquistare volante e pedaliera da collegare alla console di Sony per un'esperienza completa. E per sgommare dal pranzo di Natale con stile.

Skyrim VR.

Avete voglia di qualcosa di più fantasy? Nessun problema, con l'edizione per PlayStation VR di The Elder Scrolls V: Skyrim è possibile immergersi nuovamente nel magico mondo di Skyrim, provincia settentrionale di Tamriel, per affrontare nuovamente – o per la prima volta – uno dei titoli più importanti del genere. In realtà virtuale, poi, Skyrim diventa ancora più immersivo: si possono utilizzare magie, armi e scudi proprio come se ci si trovasse all'interno delle lande innevate del gioco. Se questo non bastasse, ricordatevi che potrete anche affrontare enormi draghi al suono di FUS-RO-DAH, uno dei potenti Urli del Drago utilizzati dal protagonista.

Doom VFR.

Per chi vuole scappare dal pranzo di Natale con un'esperienza al cardiopalma. Doom ormai è una leggenda del settore videoludico e con la sua ultima incarnazione ha trovato un suo spazio anche nella generazione tutta grafica e risoluzione. Con questa edizione in VR, poi, è anche possibile immedesimarsi in prima persona all'interno del crudo mondo di Doom. Nella versione per PlayStation VR è possibile scegliere tra ben tre diversi metodi di controllo: il primo con il normale Dualshock 4, il secondo prevede l'uso di due Move e il terzo consente di sfruttare l'Aim Controller, lo stesso disponibile per Farpoint. Forse è poco natalizio, ma Doom non delude mai.

Monster of the Deep.

Preferite un'esperienza più pacata? Perfetto, perché con Monster of the deep potrete passare il pranzo a pescare con tranquillità sulle rive di un lago. Per modo di dire, perché in realtà Monster of the Deep ci fa tornare a vestire i panni di Noctis, il protagonista di Final Fantasy XV, alle prese con la pesca di pesci che vanno da innocui pesciolini… a bestioni enormi che richiederanno parecchio impegno per essere acchiappati. Se però l'Orata preparata da vostra madre per il pranzo vi ha fatto venire voglia di pesce, bhe, questo è il titolo giusto.

Cosa serve per giocare.

Vi è venuta voglia di realtà virtuale? Per rendere possibile tutto ciò è necessario avere una PlayStation 4, il visore 3D (la PlayStation VR), ovviamente acquistare il gioco all'interno del PlayStation Store e controller eventualmente richiesto dal programma (Dualshock 4, volante, Aim Controller, Move o altro).