Activision, publisher di titoli come Call of Duty, Guitar Hero e Skylanders, ha ultimato l'acquisizione della King Digital Entertainment dell'italiano Riccardo Zacconi, studio di sviluppo famoso per aver creato il fenomeno globale Candy Crush Saga. ABS Partners C.V., una sussidiaria di proprietà di Activision Blizzard – che fa capo alle due aziende omonime -, ha acquistato tutte le rimanenti quote di King per un valore di 18.00 dollari per azione ed un patrimonio netto totale di 5,9 miliardi di dollari.

“Da oggi raggiungiamo oltre 500 milioni di utenti in quasi ogni paese, diventando così il più grande network di giochi al mondo" ha spiegato Bobby Kotick, Chief Executive Officer di Activision Blizzard. "Vediamo grandi opportunità per la creazione di nuovi modi con cui il nostro pubblico potrà sperimentare i suoi franchise preferiti, da Candy Crush a World of Warcraft a Call of Duty e altro ancora, su dispositivi mobile, console e PC. Da parte di Activision Blizzard, siamo molto contenti di dare il benvenuto a Riccardo, Sebastian, Stephane e a tutti i talentuosi dipendenti di King nella nostra famiglia”. La mossa offre all'azienda un accesso immediato ad una grossa fetta del mercato mobile, finora poco indagato dalla realtà americana, che da smartphone e tablet trae solo il 5% dei ricavi annuali.

“Siamo entusiasti di entrare a far parte di Activision Blizzard e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare insieme" ha commentato l'italiano Riccardo Zacconi, Chief Executive Officer di King. "Voglio ringraziare tutte le persone che lavorano in King per il duro lavoro svolto sin da quando abbiamo fondato la società 13 anni fa”. Zacconi continuerà a guidare la realtà da lui fondata, assistito dal Chief Creative Officer Sebastian Knutsson e dal Chief Operating Officer Stephane Kurgan. D'ora in avanti King opererà come un'unità indipendente di Activision Blizzard.