Lontano dalle prime posizioni della nostra Top 10 per i regali di Natale ma pur sempre un gioco che merita tutta l’attenzione del caso, New Super Mario Bros U è assolutamente il titolo di punta della nuova Nintendo Wii U, a maggior ragione se il parco giochi è ancora limitato e la fama dell’idraulico più famoso del mondo può garantire vendite e record d’incassi.

Inutile dire che il nuovo capitolo della serie, sviluppato ancora da Nintendo EAD, si propone come regalo ideale per tutti, grandi e piccini, magari acquistandolo in coppia con la console. L’acquisto ad occhi chiusi è quasi obbligato, ma è bene sottolineare che le aspettative non sono state rispettate nella loro totalità, infatti New Super Mario Bros U non è certamente il prodotto di maggior qualità di tutta la saga e probabilmente non lo sarà neppure confrontato con altri videogame Nintendo Wii U.

Accantonati i Super Mario in 3D, almeno per il momento, la nuova creatura Nintendo EAD esordisce su Wii U nel più classico dei 2D richiamando il predecessore attraverso la solita struttura a scorrimento orizzontale che, livello dopo livello, permette di conoscere il mondo su cui si basa l’avventura dell’idraulico e dei suoi amici attraverso le varie ambientazioni proposte. Va detto che non tutta l’esperienza si riduce alla canonica giocabilità dei platform fatta di raccolta di monetine e salti tra piattaforme, infatti, New Super Mario Bros U ripropone – anche in maniera piuttosto pesante – le varianti già viste nel precedente titolo della serie. Parliamo di scalate verticali, sezioni ad alto ritmo che necessitano di tempismo e nuove abilità derivanti dai power-up, come la possibilità di planare.

I protagonisti dell’avventura sono ben 5, infatti, oltre Mario l’utente può impersonare il fedele Luigi piuttosto che due Toad o l’avatar digitale – il Mii – anche se la scelta si riduce esclusivamente ad un fattore di simpatia verso l’eroe di turno piuttosto che a qualsivoglia espediente di gameplay, in virtù del fatto che nessun personaggio possiede caratteristiche peculiari o abilità tali da farsi preferire ad un altro.

Per molti versi, New Super Mario Bros U è un po’ la rivisitazione del capitolo precedente – stesso titolo ma privo della U finale – e, se a livello di gameplay era facile aspettarselo, colpisce il fatto che lo sia anche dal punto di vista tecnico e del level design. Nonostante gli sviluppatori permettano l’utilizzo del Wii U GamePad piuttosto che del Wii Remote, a seconda dei gusti, la sensazione di trovarsi di fronte ad un titolo poco a suo agio con la nuova console è evidente. In tutto ciò possiamo ipotizzare il timore degli sviluppatori nello stravolgere il brand, ma è pur vero che proporre un nuovo capitolo significa anche rinnovare la confezione per accontentare i fan.
Il dibattito è aperto, infatti un prodotto come Super Mario è destinato a far discutere praticamente per qualsiasi scelta di sviluppo: da un lato troviamo chi pretende che lo stile non cambi, nel suo piccolo contributo da fan della serie; dall’altra parte della barricata c’è chi chiede a gran voce novità, soprattutto per sfruttare la nuova console di casa Nintendo.

La longevità è garantita da una buona campagna in singolo giocatore, arricchita dal comparto multiplayer che sa divertire soprattutto per via della formula di gioco e della caratterizzazione dei protagonisti.

New Super Mario Bros U è esattamente ciò che ti aspetti: un titolo molto simile al precedente, ancorato alla tradizione e con qualche elemento che ne differenzia il gameplay. Un platform adatto a qualsiasi età, con un buon livello di sfida e potenzialmente in grado di lanciare la console Nintendo Wii U se in futuro gli sviluppatori riusciranno a sposare maggiormente la causa.

Possiamo concludere consigliando l’acquisto di gioco e piattaforma per Natale, per un regalo graditissimo non solo per i fan dell’idraulico ma anche per chi intende esplorare le nuove esclusive Nintendo, regina dell’entertainment.