16 Febbraio 2010
13:24

MAG: Massive Action Game, online dalla Ps3 per la conquista del mondo

Disponibile sulla PlayStation 3, lo sparatutto massivo della Zipper Interactive mette in rete 256 giocatori pronti ad aggregarsi e ad uccidere i nemici.
A cura di Fanpage Admin

Una guerra planetaria senza nazioni, un conflitto bellico di proporzioni immense, ma senza governi: la terra, nel 2025, tenta di ridarsi la spina dorsale dopo il tracollo. Ma attraverso una nuova tragedia. Con la possiblità di arruolarsi in tre eserciti differenti – uno Nordamericano e inglese ligio a patriottismo e senso del dovere (la Valor Company), uno europeo tutto tecnologia ed efficienza (Raven Industries) ed uno russo rappresentante degli oppressi (SVER) – i combattenti si apprestano a combattere in squadra contro i nemici, per riaffermare il principio ordinatore attraverso la forza.

Ideato dalla Zipper Interactive e disponibile su Ps3, "MAG: Massive Action Game" mette in rete 254 giocatori che scelgono la propria fazione e sono disposti a tutto per affermare i propri valori (o, semplicemente, per guadagnarsi un onesto stipendio da mercenari). Occupando ampi territori, cercando di crescere in abilità ed armamentario, il soldato di Mag si trova a contatto con player di tutto il mondo per coordinare il modo migliore per annientare i propri nemici. Uno sparatutto massivo che non è certo unico nel suo genere, né appare graficamente migliore di altri. Eppure cattura: decisamente appasionante, chiamerà alla guerra come mai avreste potuto immaginare.

https://www.youtube.com/watch?v=RrYnIhXCkk4
MAG patch V. 1.03: per Massive Action Game l'upload che migliora il gioco
MAG patch V. 1.03: per Massive Action Game l'upload che migliora il gioco
Come giocare online con ps3: istruzioni per l'uso
Come giocare online con ps3: istruzioni per l'uso
Skype Ps3: Sony include il servizio online negli aggiornamenti della playstation
Skype Ps3: Sony include il servizio online negli aggiornamenti della playstation
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni