Annunciato lo scorso marzo, Project Morpheus ha subito la sua prima evoluzione. Il prototipo del visore per la realtà virtuale di Sony è stato aggiornato per adattarsi ai consigli dati dai fan e dagli sviluppatori, con un redesign che tocca diversi aspetti legati al suo utilizzo e alle sue funzionalità. È successo nel corso della Game Developer Conference di San Francisco, dove Sony ha mostrato la nuova versione di Project Morpheus, la periferica che permetterà ai giocatori di sperimentare un senso di “presenza”, ovvero di sentirsi come se fossero effettivamente all’interno del mondo virtuale di gioco.

“Con l’aggiunta di queste caratteristiche tecniche nel nuovo prototipo, siamo un passo più vicini a realizzare la nostra visione di rendere incredibili le esperienze di gioco in realtà virtuale con PS4 e di fornire un vero e proprio senso di immersione all’interno del gioco” ha dichiarato Shuhei Yoshida, presidente di SCEE Worldwide Studios “Noi crediamo che questa tecnologia applicata a Morpheus combinata con la potenza di PS4 rappresenterà la base di partenza per gli sviluppatori per realizzare le loro idee creative e trasformarle in giochi immersivi di realtà virtuale”.

project morpheus gdc

Nel corso di quest’ultimo anno, Sony ha ascoltato i feedback di consumatori e sviluppatori e ha modificato il prototipo in modo da migliorarlo al fine di offrire una maggiore sensazione di immersione. La prima modifica sostanziale riguarda lo schermo; ora, al posto dello schermo LCD da 5 pollici, Morpheus è equipaggiato con un display OLED da 5.7 pollici con una risoluzione a 1080. Questo nuovo schermo allarga il campo visivo, permette di eliminare lo sfocamento dell'immagine e rimuove la vibrazione delle immagini dovuta al movimento. Implementazioni che contribuiscono a migliorare l’esperienza di gioco, rendendola ancora più immersiva. Inoltre, questo display è in grado di supportare un output a 120fps.

Morpheus sfrutta la PlayStation Camera per localizzare la nostra posizione nello spazio, una funzionalità potenziata dall'aggiunta di tre LED in più fino a un totale di nove. Morpheus continua a supportare la localizzazione completa a 360 gradi e i LED aggiuntivi permettono di migliorare la stabilità e la robustezza del segnale. In più, l’intero sistema è stato ottimizzato per ridurre i tempi di latenza tra il movimento della testa del giocatore e il rendering sullo schermo. L'ultima modifica sostanziale riguarda il design: il nuovo visore riprende la precedente forma stile “caschetto”, ma la migliora dotandola di una singola fascia e di un pulsante di sgancio rapido che rende l'hardware più vestibile.

project morpheus gdc

Gli sviluppatori potranno utilizzare il nuovo prototipo per creare contenuti ad hoc per Morpheus e Playstation 4, una piattaforma solida che ha venduto più di 20.2 milioni di unità in tutto il mondo in soli 16 mesi dal suo lancio. Oltre ai miglioramenti, il nuovo prototipo continuerà a supportare l’audio 3D e il social screen, una funzionalità che mostra lo stesso gameplay visualizzato all’interno del visore, ma sullo schermo del televisore. Sony continuerà a sviluppare Morpheus in modo da lanciarlo, come prodotto per i consumatori, entro la prima metà del 2016.