Red Bull è al lavoro su uno show televisivo basato sui videogiochi, una sorta di Top Gear videoludico chiamato Players. La trasmissione sarà condotta da Matt Litter e Darren Jeffries nel "coffee space" di Redbull, insieme ad un piccolo gruppo di ospiti che rappresenteranno diverse categorie demografiche e che si troveranno a dover commentare le ultime uscite del panorama videoludico. Secondo il comunicato stampa, Players spera di portare "la migliore copertura possibile senza mettere da parte i non amanti dei videogiochi", nello stesso modo in cui Top Gear viene apprezzato anche da chi non è appassionato di motori.

Players rappresenterà un vero e proprio Top Gear per videogiocatori, uno show dai toni leggeri, irriverenti e simpatici in grado di rivolgersi sia ai giocatori più attempati che ai neofiti del settore.
Il programma, per ora previsto solo nel Regno Unito, rappresenta una novità per la maggior parte delle reti televisive europee; i programmi dedicati ai videogiochi non sono mancati negli ultimi anni, ma quasi tutti li hanno trattati in maniera approfondita e con linguaggi che difficilmente i non avvezzi ai videogiochi potevano capire facilmente. Il programma di Red Bull, invece, punta proprio ad utilizzare una comunicazione diretta in grado di raggiungere con efficacia un pubblico sia di appassionati che di neofiti. L'utilizzo di celebrità rappresenta poi la ciliegina sulla torta e permetterà di mettere in scena divertenti siparietti con le star più amate dagli spettatori.
Lo show avrà una durata di mezz'ora e si comporrà di diversi frammenti di circa 2-3 minuti l'uno. Uno di questi segmenti vedrà alcune celebrità cimentarsi con vecchi giochi arcade, per poi segnalare i vari punteggi su un tabellone esattamente come succede in Top Gear con i giri a tempo.

Redbull

Red Bull non è in realtà estranea al mondo dei videogiochi, già da qualche anno organizza infatti un importante torneo di Starcraft 2, il quale vede gareggiare i migliori progamer del mondo in duelli all'ultimo click. Con un montepremi di oltre 50.000 dollari, Il Redbull Battleground è uno dei tornei di eSport più importanti al mondo e in poco tempo ha catturato l'attenzione di moltissimi videogiocatori su quello che è ormai un vero e proprio fenomeno mondiale. Basti pensare che, anche in italia, l'eSport è riconosciuto dal CONI.
Red Bull ha quindi intenzione di espandersi oltre i tradizionali sport estremi, cercando di creare nuovi contenuti indirizzati ai giovani che possano portare una ventata d'aria fresca alla programmazione del colosso austriaco. Le registrazioni per l'episodio pilota – il quale non verrà trasmesso al pubblico – dovrebbero avere inizio il prossimo 27 giugno. Il programma è stato annunciato unicamente per il suolo inglese, ma non è detto che in futuro non possa sbarcare anche in altri paesi, compresa l'Italia, proprio come è avvenuto con Top Gear. Tutto dipenderà dal successo che avrà tra gli spettatori.