Dopo Oculus, anche per HTC è giunto il momento di svelare il prezzo e la data di lancio del secondo visore per la realtà virtuale più atteso dell'anno: il Vive. L'evento scelto per l'annuncio è il Mobile World Congress 2016 che si sta svolgendo in queste ore a Barcellona, all'interno del quale l'attenzione nei confronti della nuova tecnologia è altissima. Il prezzo del dispositivo, peraltro, era fortemente atteso da tutti quelli che lo considerano una valida alternativa al forse più famoso Oculus Rift, caratterizzato da una fascia di prezzo piuttosto elevata: 599 dollari, che da noi diventano 699 euro.

L'annuncio, che aveva creato scalpore tra gli appassionati, ha preparato il mercato ad "accettare" il prezzo di listino del Vive, inevitabilmente più alto a causa della presenza di alcune periferiche aggiuntive. Così HTC ha annunciato che il costo del suo primo visore sarà di 799 dollari negli Stati Uniti e 689 sterline nel Regno Unito. Manca ancora il prezzo in euro, che in Italia potrebbe essere molto vicino ai 799€. I preordini avranno inizio il 29 febbraio, mentre i primi esemplari raggiungeranno le case degli acquirenti nel corso dei primi giorni di aprile. Una fascia di prezzo elevata, quindi, ma che in questo caso ha delle attenuanti.

Innanzitutto perché il Vive sarà venduto con diverse periferiche, che poi rappresentano anche l'elemento che lo differenzia maggiormente da Oculus Rift. Ogni confezione conterrà quindi due controller in grado di rispondere ad ogni movimento e con i quali interagire con l'ambiente virtuale. Vive sarà inoltre venduto con due "stazioni base": in breve, si tratta di due sensori che, se applicati alle pareti, consentono di tracciare i movimenti del giocatore ricreando una stanza virtuale. Infine, all'interno della confezione troveremo un paio di cuffie e due giochi: Job Simulator e Fantastic Contraption. Va ricordato che, per usufruire del visore, è necessario possedere un computer piuttosto performante, da circa 1.000 euro di valore.