Gli arcade del passato non passano mai. Ci sono certi giochi anni 80 che non muoioni, perché vi sarà sempre qualcuno che venti o trenta anni fa ha ingaggiato una battaglia con un apparecchio situato in un bar o in un lido, giurando guerra eterna a Pac Man, Donkey Kong o altro ancora. Può trattarsi ad esempio di Asteroids, il videogame nato nel 1979 in cui il giocatore impersonava una navicella intenta a colpire proiettili, navicelle e, ovviamente, asteroidi.

E giocando giocando, ecco che 31 anni dopo la sua fondazione – in questo mondo in cui il nuovo, nel pronunciarne la parola, diventa vecchia – un uomo di 41 anni, tale John McAllister, stabilisce il record assoluto di Asteroids, con ben 41.338.740 punti e due notti, quelle del week end pasquale, insonni. Certe imprese non permettono soste. E pensare che quella fisiologica ha portato John a ridursi a sole due vite da giocare.

Il record apparteneva a Scott Safran, che, due anni dopo la nascita del gioco, nel 1982, aveva totalizzato 41.336.440 punti all'età di appena 15 anni.

Su Adnkronos l'intervista al nuovo campione.