Quando nel corso dei prossimi anni si parlerà dei videogiochi "open world", cioè ambientati in mondi completamente aperti, non si potrà fare a meno di parlare di Zelda: Breath of the Wild. Il videogioco di lancio di Nintendo Switch – ma disponibile anche su Wii U – e fiore all'occhiello della proposta dell'azienda di Kyoto è tanto profondo quanto criptico: la bellezza dell'affrontarlo sta anche nello scoprire in prima persona tutte le cose che si possono fare, esplorandone le vaste lande alla scoperta degli innumerevoli dettagli che Nintendo ha disseminato qua e là. È la riscoperta di un genere fino ad oggi troppo legato al concetto di attraversare spazi aperti, aumentare di livello e completare missioni. Breath of the Wild riporta il genere sul binario corretto, puntando ad emozionare attraverso l'esplorazione e l'inaspettato. Ecco 5 cose che ci hanno colpito e che probabilmente non sapevate di poter fare.

1. Se provate a suicidarvi, il gioco vi ferma.

In uno dei primi viaggi che la trama del gioco vi chiede di affrontare vi imbatterete in un ponte distrutto ma agibile. Se provate a salire sul parapetto e a guardare l'acqua sotto di voi, un personaggio che spesso si aggira nei dintorni verrà da voi e vi parlerà, chiedendovi di scendere e di non suicidarvi.

2. Le galline possono diventare potenti alleati.

Reggere sopra la testa di Link una gallina non è di certo una novità per la serie. Utilizzare i pennuti come alleati, però, lo è. Per provarlo basta tenere in mano una gallina mentre si viene colpiti da un nemico: in poco tempo uno stormo di pennuti si abbatterà sul mostro che ha colpito noi e la gallina, uccidendolo in pochi istanti. Altri che polli.

3. I fulmini vi colpiscono se indossate del ferro.

Se durante i vostri viaggi doveste ritrovarvi spesso vittima di fulmini cascati proprio sulla testa di Link, non temete: non siete stati colpiti dalla proverbiale nuvola fantozziana, ma probabilmente non state pensando al problema con il giusto approccio. Non si tratta, infatti, di sfortuna, ma di un'eventualità causata da un elemento ben preciso, cioè la presenza di metallo: equipaggiando un abito o un'arma di metallo in un temporale, non farete altro che attirare pericolosi fulmini. Il consiglio è quindi quello di usare solo equipaggiamento di tessuto o di legno, oppure cercare di calcolare perfettamente le tempistiche lanciando l'arma di ferro all'interno di un gruppo di nemici per vederli colpiti dalla furia dei cieli.

4. Con carne e frutta potete addomesticare i cani.

Bastano 3 pezzi di frutta o carne per fare amicizia con un cane selvaggio. Basta posarli davanti a lui e, una volta ricevuta la sua attenzione, questo vi seguirà per un po' di tempo, aiutandoci anche in battaglia. Inoltre, alcuni cani vi guideranno verso tesori una volta che gli avrete offerto del cibo. Purtroppo lo stratagemma non è utilizzabile con i lupi: loro continueranno ad attaccarvi.

5. Le stelle cadenti vi guidano verso un tesoro.

Altro che desiderio, in Breath of the Wild le stelle cadenti vanno osservate e seguite. Quasi come la leggenda della pentola piena d'oro al termine dell'arcobaleno, ogni stella cadente che vedrete solcare i cieli di Hyrule sarà effettivamente "cadente": seguendone la traiettoria fino al punto d'impatto troverete una scheggia di stella, una pietra necessaria per cucinare alcune ricette e potenziare l'equipaggiamento delle fate radiose.